I Contest nell’epoca dei social media: parte 2

Continua il nostro approfondimento sui contest dal momento che è un argomento molto complesso.

Se il Contest lo organizzassimo sui social, cosa succede?

Valgono le stesse regole che ti abbiamo spiegato e le norme sono sempre le medesime; i social NON sono un mondo a sé.

Se ti sei perso la prima parte del nostro articolo clicca qui  in modo che tu non perda il filo!

I social media hanno i server all’estero. Le FAQ del MISE hanno provveduto a spiegare meglio questo punto.

Per ovviare il problema del server all’estero e che i contest in Italia puoi solo organizzarli in Italia, devi assolutamente avere un servizio di MIRRORING, se vuoi organizzare il Contest direttamente dai social media e che quest’ultimo sia a norma.

A cosa serve il MIRRORING?

È un software che copia i dati dei social (like, condivisioni ecc.) in un server in Italia e in questo modo ovvia al problema della territorialità.

È necessario, in aggiunta, avere una perizia con Modello PREMA ONLINE che contenga:

  • descrizione del contest
  • luogo di residenza del mirroring
  • modalità di intervento
  • analisi dei problemi riscontrati
  • giudizio finale con dichiarazione di sicurezza
  • dichiarazione di essere sviluppatore o produttore

Facebook è l’unico social media che viene interpellato dal MISE e ha delle linee guida come social molto severe.

Se si organizza un contest direttamente su Facebook NON si possono assolutamente utilizzare i diari personali per gestire i contest quindi, quando vedi scritte frasi come “condividi sul diario di un amico per vincere” o “tagga i tuoi amici per partecipare” è illegale.

Bisogna tutelare i social e i partecipanti. Quindi Facebook se, se ne accorge, ti può bloccare di netto il contest o bloccare la pagina.

Su Instagram, invece, non si possono taggare in modo inaccurato i contenuti o incoraggiare altre persone a farlo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quali tipi di contest si possono realizzare?

  • Rush & Win (vincita sicura una volta eseguita un’azione)
  • Instant Win (vincita sicura ed immediata)
  • Giveaway (vincita sicura diluita nel tempo)
  • Visual Contest (l’utente carica una foto o un video e vince)
  • Quiz Contest (l’utente risponde ad un quesito e di conseguenza può partecipare all’estrazione)

È importante che la comunicazione sia chiara e semplice, le istruzioni devono essere spiegate in modo cristallino così da ottenere dagli utenti l’azione desiderata e non esattamente l’opposto.

In conclusione è fondamentale sottolineare come i Contest siano senza dubbio una leva di marketing di forte richiamo, ma per organizzarli bisogna avere le idee ben chiare e soprattutto rispettare la legge!

Severamente vietato pianificare i Contest con superficialità… le tue tasche potrebbero amaramente risentirne!

Comunicazione chiara e immediata? Leggi il nostro articolo per individuare il tono di voce della tua azienda!