Perché è importante avere un blog aziendale?

7 consigli per creare un blog aziendale

Nella giornata mondiale dei blogger, il #bloggerinternationalday, abbiamo voluto riflettere sull’importanza che ricopre un blog aziendale nella strategia di marketing.
Un blog può essere estremamente utile per ottenere maggiori conversioni ed un dialogo diretto con i clienti attraverso articoli di content marketing attentamente strutturati e pianificati, dimostrando che l’azienda è “up to date” e veramente vicina ai suoi clienti.

Ad ogni business il suo blog: grazie ad un ottimo copywriting e ad un SEO strutturato, il vostro sito web potrà avere la possibilità di salire nel ranking di Google apparendo più frequentemente ai primi posti nelle ricerche dei vostri clienti o consumatori.

Blogger non ci si inventa

Dopo il cambiamento dell’algoritmo di Google in ottica semantica, è sempre più difficile diventare blogger qualificati: se non avete competenze e conoscenze nel settore, l’improvvisazione potrebbe giocare a vostro sfavore.
Se vi limitate, dunque, a copiare e incollare articoli di terzi (NB: è plagio ed è illegale) e postate contenuti non inerenti alla vostra attività, non create un template grafico ad hoc e create un solo articolo per poi abbandonare subito il progetto… avete contribuito da soli ad un clamoroso autogol.

Una volta presa la decisione di aprire un blog, ricordatevi di affidare l’attività ad un team di professionisti che, attraverso un piano editoriale strategico, supportino il vostro business ai fini di vendita e visibilità, contribuendo, inoltre a:

  1. mostrare la trasparenza che la vostra azienda assume nei confronti dei clienti
  2. costruire un volto alla società rendendola più umana e sempre meno impersonale
  3. conferire personalità a qualsiasi possa essere il vostro settore e mercato (sì, anche al B2B)
  4. sei ragioni che ti aiuteranno a convincerti

Il blogging è un trend che si è fortemente consolidato negli anni.
I vantaggi di un blog aziendale sono molteplici: i clienti o potenziali tali si affidano con maggiore sicurezza ai consigli dei più esperti e, grazie al passaparola online, orientano le loro scelte in base ai pareri e alle raccomandazioni di terze persone anche sconosciute.
Andiamo a riepilogare 6 motivi per cui è importante avere un blog nella propria attività.

 

  1. Reputazione: agli occhi dei Millenials la vostra sarà considerata un’azienda attenta ai suoi clienti, dedita alla sua comunicazione online, che si propone come guida per informare chi è in cerca di risposte e soluzioni
  2. Conversioni: grazie alle specifiche tecniche di web design, SEO, copywriting ed ai giusti investimenti in advertising, un blog ben gestito può trasformarsi nel punto cruciale indispensabile dell’attività.
    Come Asos, Zalando, Yoox, Zara nel settore fashion, Airbnb, Edreams e Ryanair nel settore travel e molti altri.
  3. Posizionamento: grazie ad un SEO strategico il vostro blog potrà essere il fiore all’occhiello del vostro sito web e permettervi di posizionare il sito in alto nella SERP di Google per essere trovato con estrema facilità.
    Se il vostro posizionamento attuale è in 2a pagina… ahimè… NON ESISTETE!
  4. Generazione di valore: grazie ad un blog aziendale avete la possibilità di valorizzare il vostro brand, la vostra azienda, i vostri prodotti/servizi: la comunicazione online è un aspetto molto serio.
  5. Diffusione del brand: contenuti di valore possono essere estremamente utili e interessanti non solo per i clienti ma anche per altre aziende affini alla vostra. Gli esperti del vostro mercato inizieranno subito a parlare di voi come un modello da cui prendere esempio ed ispirazione e a diffondere organicamente i vostri contenuti.
  6. Interazione con i lettori: comunicate con loro senza filtri, mostratevi per ciò che siete davvero, interagite in modo smart ed intuitivo in un’era sempre più digital.
  7. Siate costanti e ricordatevi: una volta iniziato questo percorso, lo dovrete seguire fedelmente e costantemente, richiede tempo e risorse, ma nel tempo noterete tutti i benefici.

Si può fare blog, senza un blog?

Assolutamente sì.
Si chiama microblogging ed è una mirata social media strategy che potete implementare su tutti i vostri canali social aziendali in attesa di un piano editoriale ufficiale per il tuo blog online.
Attenzione però: il microblogging è un metodo che non sostituisce il potere del blog è un mezzo per temporeggiare e per iniziare a coinvolgere i vostri utenti nella tua strategia di marketing.
In attesa di un blog strutturato e spendibile nel tempo, il microblogging comunque è un’ottima tecnica da utilizzare per iniziare a pubblicizzare un blog in procinto di essere pubblicato online o che abbia necessità di visibilità e passaparola.

Siamo sicuri che ora avete le idee molto più chiare. Cosa aspettate ad iniziare?

I nostri esperti vi aspettano per creare la miglior strategia di content marketing per voi ed il vostro business.