5 trend di Visual Content Marketing da seguire nel 2018

By 10 Aprile 2018Non categorizzato

“L’occhio è il punto in cui si mescolano anima e corpo” Christian Friedrich Hebbel

Il 2018 è stato definito come l’anno della creatività.
Ti abbiamo già parlato di quali saranno i trend nel social media marketing 2018 e quelli nel digital marketing da tenere sotto controllo ed implementare per avere maggiore successo sul web.
Dopo averti spiegato anche cos’è il content marketing, oggi vogliamo lasciarti dei preziosi consigli ed accorgimenti su quella che è la comunicazione per eccellenza, quella visiva, il visual content marketing.

Da sempre si sostiene che l’occhio vuole la sua parte e che una fotografia comunica di più di mille parole.
Sono concetti triti e ritriti, ma decisamente veri: la fotografia, il video, il live streaming, le gif ed il graphic design sono le componenti essenziali della comunicazione online nonché aspetti basilari di una comunicazione strategica, curata e soprattutto dalla forte personalità.

Perché il visual content marketing è importante?

Il visual content marketing è importante perché:

  • è universale: i visual content sono semplici e fruibili da tutti, non richiedono sforzi cognitivi e comunicano direttamente al 90% dei recettori di un utente che sono concentrati nella vista.
    Le interpretazioni delle immagini avvengono, poi, in base ai fattori socio-culturali di chi li guarda
  • è rapido: in un’epoca di overload information, i visual content offrono messaggi memorizzabili ed intuitivi
  • crea emozioni: può suscitare diverse reazioni come allegria, paura, riflessione, risata e così via

Ricorda: l’obiettivo di un’impresa o di un’attività deve sempre essere il cliente.
Il percorso esperienziale che saprai regalargli determina il tuo successo. Il marketing, i social media e tutto il mondo digitale è incentrato sulla soddisfazione dell’utente e si andrà sempre di più verso un approccio customer care oriented.
Andiamo subito a scoprire quali sono i trend di visual content marketing che devi assolutamente inserire nella tua digital strategy 2018.

1. Colore, luminosità, tanta inventiva ed una significativa coerenza stilistica
Lasciamo che siano le immagini a parlare.

Credits: Pantone, eatingpatterns, lizzie_darden, flatlays

2 Il Visual tool di Pinterest

 

Pinterest è il social che si sta muovendo verso un’interessante ottica di personalizzazione per regalare all’utente la migliore ed utile esperienza possibile.

Attraverso numerose analisi e ricerche, Pinterest, ha scoperto che gli utenti si aspettano di vivere grandi esperienze già attraverso il loro mobile prima ancora di recarsi fisicamente negli store. Questo trend che Pinterest ha lanciato nella sua app non è passato inosservato agli occhi di Facebook per il suo Marketplace e Amazon.

 

Ma come funziona questo tool intelligente?

L’utente scatta una foto dal suo smartphone attraverso l’app di Pinterest. Nel momento in cui carica la foto sulla piattaforma, l’app riconosce immediatamente gli oggetti e gli elementi maggiormente rilevanti della fotografia e crea istantaneamente delle connessioni in base alle aree di interesse dell’utente o in base alla affinità rilevate.

Se fotografi un paio di scarpe rosse, per esempio, l’app ti fa vedere subito come abbinarle, le marche che le producono, gli outfit ed altre possibili scarpe rosse che potresti acquistare.

Stesso concetto per il food: se fotografi delle fragole, l’app le riconosce e ti fa vedere subito infinite ricette, ti spiega le proprietà del frutto, gli abbinamenti e così via. Questo potrebbe diventare presto implementato anche nei maggiori siti di e-commerce regalando numerose opportunità grazie alla tecnologia di riconoscibilità.

Photo Credits: Pinterest

3. In forte crescita il contenuto “effimero”

Diamo subito una definizione di contenuto effimero. Cos’è?
Per contenuto visual effimero si intende un video o una foto che perdura online solo per 24h. Trascorsa la giornata, questo scompare per sempre dal tuo account, pagina o profilo.
È il genere di contenuti maggiormente preferito dai Millenilas e della Generazione Z (che devi tenere molto sotto controllo). Ogni giorno i giovani lo usano per creare stories e rimanere in contatto con i loro amici, la famiglia o la community che si sono creati nel tempo. Qui, il concetto di creare video e foto che rasentino la perfezione viene meno e l’obiettivo è di cogliere attimi autentici per postarli il più velocemente possibile, tanto poi, dopo 24h sono solo più un ricordo. Dove pubblicano?

4 Chat e telecomunicazioni interattive

Le chat e le dirette sono sempre più interattive al fine di regalare ai fan dell’utente esperienze immersive e attimi di spensieratezza. Il live streaming si sta evolvendo e (forse) si potrà arrivare a realizzare riprese video in streaming a 360° o che saranno il nuovo potente mezzo per creare ads.

5 Illustrazioni, sketch, cartoni animati, effetti surreali

Le illustrazioni e le componenti grafiche sono dei validi alleati per la visual content strategy. Aiutano l’utente a fantasticare ed a non annoiarlo. Puoi decidere di implentarle nella tua social media strategy o all’interno degli articoli del blog del tuo sito per catturare l’attenzione fino al termine dell’articolo.

Credits: robineisenberg, Satispay, Disney Official

La tecnologia, oggi, ha messo a disposizione di tutti strumenti tecnologici altamente avanzati per poter comunicare il brand al meglio. Saperli utilizzare ed inserirli nella tua strategia di comunicazione è fondamentale.

Il visual content marketing non è solo destinato a grandi aziende ma anche e soprattutto alle PMI. Non può essere improvvisato, è vero, ma con la giusta consulenza e strategia chiunque può trarre grandi vantaggi per la sua attività. 

 

Cosa ne pensi di questi trend? Ti piacerebbe iniziare ad avviare una strategia digitale come una di queste?

Contattaci. I nostri grafici  sapranno trovare la soluzione che fa per te!